GLI ORDINI

8. GLI ORDINI

Le tipologie di ordini

L’investitore che intende operare sui mercati finanziari deve necessariamente conoscere tutte le tipologie di ordini, che possono essere inseriti all’interno delle piattaforme di trading messe a disposizione da vari broker online. Gli ordini possono essere suddivisi in tre diverse categorie:

  • ordini a mercato;
  • ordini limite;
  • ordini stop.

Gli ordini a mercato

Con l’ordine a mercato (Market Order), l’investitore vuole aprire la sua posizione al prezzo che il mercato sta battendo in quel momento. In pratica, è disposto a comprare al miglior prezzo di offerta (Ask) o vendere al miglior prezzo di domanda (Bid) presente in quel momento sul mercato. La distanza tra il primo prezzo sul lato della domanda (prima proposta di acquisto) e il primo prezzo sul lato dell’offerta (prima proposta di vendita) prende il nome di Bid/Ask Spread. La sua dimensione dipende soprattutto dalla liquidità dello strumento finanziario sul quale si intende operare: maggiore è la liquidità, minore sarà il Bid/Ask.

Gli ordini limite

Con gli ordini LIMIT di acquisto (noti anche come BUY LIMIT), il trader istruisce il broker ad aprire una posizione quando il prezzo di mercato raggiunge un livello inferiore a quello del prezzo attuale, mentre con gli ordini LIMIT di vendita (noti anche come SELL LIMIT), il trader istruisce il broker ad aprire una posizione quando il prezzo di mercato raggiunge un livello superiore a quello del prezzo attuale.

Gli ordini stop

Al contrario, gli ordini STOP di acquisto (BUY STOP) vengono inseriti ad un livello superiore a quello del prezzo di mercato, mentre gli ordini STOP di vendita (SELL STOP) vengono inseriti ad un livello inferiore a quello del prezzo attuale.